Il paradenti è un oggetto fondamentale per l’attività di ogni atleta che pratichi uno sport che preveda cadute, contatto fisico e impatti, come il basket, il rugby, football americano, baseball, calcio, hockey, pattinaggio, ginnastica, mountain bike…
I traumi dentari e lesioni in bocca in seguito ad attività sportiva sono frequentissimi. I tipi di lesioni che si verificano senza l’utilizzo di un paradenti di protezione includono denti rotti o scheggiati, corone o ponti incrinati, danneggiamento delle radici dei denti, ferite lacero contuse provocate da denti rotti taglienti.

Le tipologie di paradenti sono varie. Solitamente coprono i denti superiori; se l’atleta porta un apparecchio dentale fisso il dentista può suggerire la protezione anche per l’arcata inferiore.
Indipendentemente dal tipo scelto, il paradenti deve essere flessibile, resistente all’usura e comodo: deve permettere di respirare bene dalla bocca.
Le tre tipologie più comuni sono:

  • paradenti fatto su misura: ideato e realizzato singolarmente per ogni paziente; è la soluzione migliore perché unisce tutte le giuste caratteristiche che deve possedere un buon prodotto: comodità in bocca senza rinunciare alla sicurezza di un’adeguata protezione, comodità nella pulizia e maggiore durata nel tempo;
  • paradenti modellabile: è un paradenti preformato che si modella nell’acqua calda e adattato alla dentatura. È in vendita presso i negozi di articoli sportivi. Ovviamente con tutti i limiti del caso: scarsa aderenza sui denti che può portare ad irritazioni, e può essere scomodo durante l’attività fisica, dando ingombro in bocca e impedendo la respirazione, incentivando molti atleti a non indossarlo;
  • paradenti pronto all’uso: poco costoso e già modellato su una dentatura ideale che raramente coincide con quella di ognuno, ingombrante e non duraturo.

Una volta realizzato il vostro paradenti dovrete imparare a prendervene cura: dovrebbe essere indossato solo durante l’attività fisica, evitando di masticarlo; una volta terminata l’attività dovrebbe essere accuratamente lavato sotto l’acqua corrente e spazzolato con un comune spazzolino da denti, asciugato e riposto in un contenitore pulito fino all’utilizzo successivo.
Il dentista dovrà assicurarsi che non abbia bordi taglienti e che aderisca perfettamente alla dentatura; dopo l’utilizzo controllate sempre che non sia danneggiato.

Se correttamente utilizzato il paradenti ha una durata variabile a seconda della tipologia scelta: andrebbe sostituito dopo ogni stagione, poiché l’usura potrebbe comprometterne la efficacia. Soprattutto per gli adolescenti è particolarmente importante sostituirlo spesso perché la bocca continua a crescere e la dentatura a cambiare.

Chiedete informazioni al Centro Medico Di Blasio: indossare il paradenti è fondamentale per tutti gli atleti, sia bambini sia adulti.

Contattaci senza impegno per prenotare una visita

Condividi l'articolo: